Youth, la giovinezza – Ricciotto 111

Pubblicato mercoledì 27 Maggio 2015

Il cinema di Paolo Sorrentino, dice Aldo, è un po’ come una scatola di colori che sempre meno disegna storie e sempre più abbozza suggestioni. Per questo motivo, forse, Youth – La giovinezza polarizza gli spettatori in modo molto netto: da una parte gli entusiasti, dall’altra gli orripilati, in mezzo niente. (La Grande Bellezza l’avete visto? Noi ne parlammo a Ricciotto 29.)

Indipendentemente dal giudizio personale, vale la pena di leggere l’intervista che Concita De Gregorio ha fatto a Sorrentino: e se lo dice Matteo, che non sopporta i suoi film, fidatevi.

Indipendentemente da tutto, vale la pena di associarsi a Querty.

PS: se bazzicate le cascine vicino Milano, c’è una rassegna dove si mangia, si guardano film e si ascolta Aldo che parla del rapporto fra cinema e colonna sonora.

Argomenti

cinema in cascina fury road george miller harvey kaitel il divo la grande bellezza mad max michael caine paolo sorrentino this must be the place youth la giovinezza

Querty
Aggiornato il 27 Maggio 2015