Steve Jobs, Il figlio di Saul – Ricciotto 138

Pubblicato mercoledì 27 Gennaio 2016

È uscito il film di Aaron Sorkin su Steve Jobs (intitolato: Steve Jobs), e scopriamo un sacco di cose sullo sceneggiatore più famoso di Hollywood grazie alla nostra ospite Alice Cucchetti.

E poi Aldo riesce a trovare un po’ di tempo e di fiato per parlare di Il figlio di Saul, che diventerà il film di riferimento sulla Shoah per il prossimo decennio almeno.

Alcune cose che son venute fuori durante la puntata: per esempio, durante la tavola rotonda organizzata dall’Hollywood Reporter Aaron Sorkin mente riguardo la veridicità dei fatti raccontati in Steve Jobs.

«C’è un confine sottile tra la licenza creativa e il non avere idea di ciò di parli»: l’opinione di Ken Segall, che ha conosciuto e lavorato con Steve Jobs, sulla sceneggiatura di Aaron Sorkin.

Perché lo Steve Jobs di Sorkin non avrebbe potuto salvare Apple: il pezzo di Rick Tetzeli, che ha scritto una biografia sul personaggio decisamente migliore di quella da cui è partito il film di Sorkin.

La tempesta di neve sulla costa est degli Stati Uniti: il pezzo di Giulio, il pezzo di Fabio.

Argomenti

aaron sorkin alice cucchetti apple danny boyle il figlio di saul moneyball steve jobs the newsroom the social network the west wing

Querty
Aggiornato il 27 Gennaio 2016