Indie Game: The Movie, e i giochi indipendenti – Ricciotto 12

Pubblicato martedì 22 Gennaio 2013

In questa nuova puntata di Ricciotto, senza Aldo influenzato, il buon Matteo ha invitato l’amico Filippo Ferrari (fratello di quell’Andrea “Il Secco” Ferrari già ospite di Ricciotto) per parlare di un’altra forma di narrazione a schermo, i videogiochi. Si parte parlando di Indie Game: The Movie, un documentario davvero bello che recuperate per 9,99$

Abbiamo parlato di un sacco di giochi: quelli del documentario sono Super Meat Boy, Fez e Braid, che sono strani, coinvolgenti, intelligenti e, be’, strani.

E poi tutti gli altri: The Path, gioco d’atmosfera dei creatori di Graveyard. Limbo. Minecraft. Journey, che secondo Filippo vale da solo l’acquisto di una PlayStation 3.

Se volete farvi una cultura, potreste godervi i ragionamenti fini sui videogame su Brainy gamer. Oppure fare un salto all’Independet Game Festival.

E Filippo consiglia questi giochi:

One and one story, di Mattia Traverso
Fotonica
The Dream Machine
DayZ
World Of Goo
Windowsill
Cave Story
VVVVVVV
Coma
Machinarium

Recuperate le loro schede su Wikipedia, ne vale la pena.

Argomenti

braid fez filippo ferrari indie game ricciotto super meat boy videogiochi

Querty
Aggiornato il 22 Gennaio 2013