Ho incontrato Isabella Rossellini – Coccinelle 36

Pubblicato lunedì 4 Maggio 2015

Chi ha incontrato Isabella Rossellini? Elisa o Matteo? E dove? Alle Poste, in metropolitana o nei camerini dello showroom di Valentino? La soluzione in fondo alla puntata.

Il padiglione del Nepal all’Expo
Quasi tutti gli operai al lavoro nel padiglione del Nepal sono dovuti rientrare in patria in fretta e furia in seguito al devastante terremoto che ha colpito la regione pochi giorni fa, lasciando lo spazio espositivo, ancora da terminare, deserto. Una situazione che non è sfuggita agli altri lavoratori impegnati nel cantiere che hanno deciso spontaneamente di mettersi all’opera per finire i lavori. Ovviamente gratis, e nel tempo libero, organizzandosi su turni dettati dalla solidarietà.
(grazie ad Alberto per la segnalzione)

La macchina di Lego
Un’autovettura, funzionante, costruita interamente coi Lego. Esiste, facciamocene una ragione.

Wings of Rescue
I piloti dell’associazione Wing Of Rescue ospitano tutti i giorni sui propri aerei gatti e cani sfortunati in cerca di una nuova casa, trasportandoli da strutture sovraffollate (dove gli animali andrebbero incontro all’eutanasia) a nuovi centri di accoglienza – e talvolta tra le braccia di nuovi padroni – dove vivere felici e contenti. I viaggi, che dalla California vedono librarsi i piloti volontari su Oregon, Washington, Idaho e Canada, dal 2009 hanno portato in salvo più di 1200 cani a cui vanno aggiunti i 7000 previsti entro la fine del 2015.

Cosa sono i pilastri della creazione?
Wikipedia dice che “ il nome Pilastri della Creazione si riferisce a una fotografia ripresa dal Telescopio spaziale Hubble di colonne di gas interstellare e polveri visibili nella Nebulosa Aquila”. Se però volete sapere qualcosa in più su questa pittoresca struttura di gas e polveri stellari potete spulciare l’interessante articolo che Vox gli ha dedicato.

Un abbraccio storico
La settimana scorsa Eva Kor, 81 anni, reduce di Auschwitz, ha accettato l’abbraccio e il bacio dell’ex guardia nazista Oskar Groening, 93 anni, proprio nell’aula del tribunale che dovrà giudicare l’uomo per il suo operato nel tristemente celebre campo di concentramento.

“So che molte persone mi criticheranno per questa foto – ha commentato Eva – ma lascio perdere. Sono due esseri umani che si sono incontrati 70 anni dopo il fatto […] Non capirò mai perché la rabbia è preferibile a un gesto di benevolenza. Niente di buono può venire dalla rabbia”.
“Mentre gli parlavo mi ha stretta e mi ha dato un bacio sulla guancia […] Sono convinta che abbia fatto tutto ciò di cui è accusato. Gli ho detto che perdonarlo non mi impedisce di accusarlo, né dovrebbe significare una sua minore responsabilità.”

Film a pois
Dal nostro inviato ovunque Giulio D’Antona – in questo momento a New York City – due film a pois romantici e scanzonati direttamente dal Tribeca Film Festivale che, pare, sia ai più noto come “il festival dove ci sono solo film tristissimi”.
Man up (2015) di Ben Palmer, con Lake Bell e Simon Pegg

e Sleeping with other people (2015) di Leslye Headland, con Alison Brie e Jason Sudeikis.

Argomenti

eva kor giulio d’antona hubble isabella rossellini oskar groening pilastri della creazione tribeca vox wings of rescue

Querty
Aggiornato il 4 Maggio 2015