47 Ronin, Her, Veronica Mars – Ricciotto 60

Pubblicato mercoledì 19 Marzo 2014

Farne sessanta e non sentirli: benvenuti alla 60esima puntata di Ricciotto. Ma a momenti Aldo non si sente neanche più in grado di condurre il vostro podcast di cinema preferito, perché un film che avrebbe dovuto lasciarlo schifato lo ha invece divertito, e un film che avrebbe dovuto piacergli l’ha lasciato freddino. Ma andiamo con ordine.

Il primo film di oggi è 47 Ronin, che si sa già essere una zozzeria: ma non indecente. Una di quelle zozzerie fracassone che, se fatte bene, rallegrano la serata. Il problema è che non è neanche fatta particolarmente bene. E allora, perché Aldo si è divertito? Non lo sapremo mai.

Il secondo film è il celebrato Her di Spike Jonze, in cui Joaquin Phoenix si innamora dell’intelligenza artificiale doppiata da Scarlett Johansson. Il film è fatto bene ma è troppo cerebrale per conquistare il cuore del Roger Ebert de noantri: Jonze ha probabilmente avuto più voglia di meravigliarci che altro, e si sente. Almeno, Aldo l’ha sentito: mentre invece moltissimi nel mondo ne parlano molto bene, tra cui il nostro Gianluca Didino (cui il buon Matteo rivolge un accorato saluto melodrammatico). Invece, se non avete visto I’m Here, il cortomediometraggio in cui riverberano un po’ di echi di Her, vi conviene recuperare: lì è tutto molto più equilibrato, e delicato.

L’ultimo argomento è il gran casino che sta esplodendo attorno al film di Veronica Mars: un film realizzato grazie al contributo dei fan della serie tv, fan che adesso stanno passando ore d’inferno per riuscire a vedere la copia del film che spetta loro: tutto grazie alla miopia della Warner Bros., distributore del film, che li obbliga a usare UltraViolet.

E non dimenticatevi di partecipare alla 62esima puntata di Ricciotto, di nuovo dal vivo, di nuovo alla fumetteria Waste of Time!

Argomenti

47 ronin her joaquin phoenix la trasmissione ricciotto scarlett johansson spike jonze ultraviolet veronica mars

Querty
Aggiornato il 19 Marzo 2014